Il Blog di Soluzioni

30 luglio 2018

Impianto di messa a terra – un requisito strutturale da non trascurare

Cos’è e come si esegue una verifica di messa a terra? L'impianto di terra è la parte dell'impianto elettrico deputata a evitare che una persona possa rimanere folgorata a causa di un guasto dell'impianto stesso. L'impianto di terra è costituito dai dispersori (picchetti), dai conduttori di protezione (cavi giallo-verdi che si trovano nelle prese di corrente) e dal differenziale (o salvavita). L'insieme di questi tre elementi, la loro manutenzione e il controllo periodico, costituiscono la protezione silente della persona. Senza di essi, un banale guasto può essere causa di infortunio di una persona che, accidentalmente, viene a contatto con una parte metallica dell'impianto (in tensione). La verifica di messa a terra è eseguita ai sensi del DPR 462/2001 ed è l’attuazione del dovere del Datore di Lavoro di protezione dei suoi subordinati, in questo caso dai rischi di folgorazione diretta e indiretta. Il DPR 462/01 è il Regolamento di semplificazione del procedimento per la denuncia di installazioni e dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche, di dispositivi di messa a terra di impianti elettrici e di impianti elettrici pericolosi. In cosa consiste la verifica di messa a terra? La verifica consiste in: analisi documentale (progetti, conformità, precedenti verifiche); misurazione della resistenza di terra; prova a campione degli…Leggi tutto

Organigramma della sicurezza – Il Dirigente

Definire l’organigramma della sicurezza è la base per una corretta programmazione della formazione, ma soprattutto per la consapevolezza di ruoli, responsabilità e possibili sanzioni. Il ruolo del Dirigente è fortemente dibattuto: spesso ci limitiamo a riconoscere come Dirigente soltanto colui che è assunto con relativo inquadramento contrattuale. Sbagliato. E’ Dirigente, ad esempio, un lavoratore specializzato che organizza e vigila l’attivit…Leggi tutto

19 luglio 2018

Risparmiare facendo sicurezza

INAIL applica una riduzione del tasso medio di tariffa alle aziende che effettuano interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta minimi previsti dalla normativa in materia (D.M.3.3.15). Le aziende possono concorrere a questo sconto grazie al modello INAIL OT/24, che annualmente viene aggiornato nei contenuti e nella quantificazione di sconto. Vediamo ora qualche…Leggi tutto

10 luglio 2018

L’ente italiano di normazione Uni presenta la 45001

La norma UNI ISO 45001, in vigore dallo scorso 12 marzo, sostituirà lo standard OHSAS 18001 al termine di un periodo transitorio di tre anni. Uni ha pubblicato una brochure per evidenziare i punti di forza del nuovo standard rispetto al precedente: si è uniformata alla “struttura di alto livello” (High Level Structure - HLS) delle altre norme ISO sui…Leggi tutto

2 luglio 2018

Videosorveglianza per esigenze di sicurezza: per l’autorizzazione occorre il Documento di Valutazione dei Rischi

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL), con Lettera circolare n. 302 del 18 giugno 2018, fornisce chiarimenti in merito al rilascio delle autorizzazioni, motivate da generiche esigenze di “sicurezza del lavoro”, per l’installazione di impianti audiovisivi ed altri strumenti dai quali possa derivare un controllo a distanza dell’attività dei lavoratori. Come da art.4 della L.300/1970, per attuare controlli a distanza è…Leggi tutto

29 giugno 2018

DPI: Le novità introdotte dal nuovo Regolamento (UE) 2016/425

Il Regolamento è entrato in vigore il 20 aprile 2018, abrogando la Direttiva 89/686/CEE citata nell’art. 76 del D.Lgs.81/08. Le categorie di rischio da cui i dispositivi di protezione individuale sono destinati a proteggere gli utilizzatori secondo il nuovo Regolamento sono tre,suddivise per entità dei rischi: la categoria I comprende esclusivamente i seguenti rischi minimi: lesioni meccaniche superficiali; contatto con prodotti per la pulizia poco…Leggi tutto

31 maggio 2018

Testo Unico: le novità in 5 punti

Nel mese di maggio 2018 il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha pubblicato l’edizione aggiornata del D.Lgs.81/08, il Testo Unico sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro. Clicca qui per consultare la versione con l’integrazione di tutti gli aggiornamenti effettuati dal 2008 ad oggi.  Le novità rispetto alla precedente versione sono: il Testo Unico rende possibile al Datore di…Leggi tutto

25 maggio 2018

Informativa sul trattamento dei dati per clienti e fornitori

Informativa Clienti e Fornitori per il trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e dell’art. 13 del Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (UE) 2016/679 Soluzioni Srl  con sede legale in Carimate (Co) Via Roma 12 CF e P.IVA 03182760136 (in seguito, “Titolare”), in qualità di Titolare del Trattamento, La informa ai sensi dell’art.…Leggi tutto

8 maggio 2018

Prevenire il mal di schiena

INAIL ha realizzato una pubblicazione con indicazioni utili su posture, movimenti corretti ed esercizi da adottare in ambito lavorativo per prevenire dolori alla schiena e cervicali. Le cause della rachialgia sono numerose, ma le più importanti sono sicuramente dovute ad un uso non corretto della nostra colonna vertebrale ed a posture scorrette. Una postura scorretta infatti comporta un aumento della…Leggi tutto

26 aprile 2018

Sistema di Gestione per la Sicurezza

Sistema di Gestione per la Sicurezza   L’Organizzazione Internazionale per la Standardizzazione ISO, ha pubblicato sul proprio sito la nuova ISO 45001:2018, in data 12 marzo 2018. L'Ente Italiano di Normazione UNI si è già attivato per il recepimento della norma in Italia, la quale dovrebbe essere recepita con alcune note di chiarimento, che facciano espressamente riferimento alla legislazione italiana. In…Leggi tutto