Covid-19: campagna vaccinale per le aziende produttive lombarde

La Regione Lombardia ha approvato i criteri e i requisiti per l’estensione della campagna vaccinale anti Covid-19 alle aziende produttive lombarde.

I vaccini saranno forniti dal Servizio Sanitario Regionale, secondo modalità operative da definirsi in apposito documento redatto dalla Direzione Generale Welfare d’intesa con il Comitato Esecutivo.

Leggi la Delibera di Regione Lombardia n. XI/4401 del 10 marzo 2021

In Allegato 1 alla Delibera sono definiti i “Principi generali e requisiti per consentire in sicurezza l’estensione della campagna vaccinale
anti-covid19 alle aziende produttive lombarde
”.

Quali sono i presupporti alla realizzazione del progetto?

Quali sono i requisiti necessari per la somministrazione in azienda dei vaccini?

Quali sono le modalità di realizzazione della campagna?

L’attività è erogata nel rispetto delle indicazioni di sicurezza e di tutela degli operatori e dei soggetti da vaccinare, con particolare riferimento a:

Il medico competente che presiede la somministrazione vaccinale assume la responsabilità di tutto il percorso vaccinale e in particolare:

Tutte le vaccinazioni effettuate dovranno essere registrate in SIAVR (acronimo di Sistema Informativo Anagrafe Vaccinale Regionale).
Le ATS raccolgono i nominativi dei medici competenti che partecipano alla campagna vaccinale al fine di profilarli per l’utilizzo di SIAVR (anamnesi pre-vaccinale; registrazione della vaccinazione).