Rischio accesso a spazi confinati

Rischio accesso a spazi confinati e sospetti di inquinamento

 

Il Titolo II del D.Lgs. 81/08 definisce i requisiti dei luoghi di lavoro a cui accedono gli operatori. L’accesso è ammissibile solo dopo aver accertato l’assenza di pericolo per la vita e l’integrità fisica dei lavoratori. Qualora le esigenze lavorative lo richiedano, il DPR 177 del 14 settembre 2011, stabilisce le procedure di sicurezza da adottare e le norme per la qualificazione delle imprese operanti in spazi confinati o sospetti di inquinamento.

 

Soluzioni effettua la Valutazione del Rischio dell’accesso a spazi confinati. Come?

  • sopralluogo degli ambienti di lavoro al fine di mappare e caratterizzare di tutti gli spazi confinati presenti in azienda;
  • analisi delle modalità di accesso in ogni spazio confinato e delle attività svolte al suo interno;
  • raccolta e analisi delle schede di sicurezza degli agenti chimici possibilmente presenti;
  • identificazione di tutti i rischi presenti connessi all’accesso in ogni spazio confinato;
  • proposta di misure preventive e protettive (ad es. campionamenti, scelta, uso e gestione DPI, soluzioni impiantistiche, ecc.);
  • interviste a preposti e lavoratori al fine di avere un riscontro diretto sulla mappatura di tutte le attività e di conseguenza sui rischi e delle specifiche mansioni, tenendo conto anche di eventuali macchine, energie in gioco e sostanze presenti.

 

Per fare ciò Soluzioni si avvale:

  • delle (eventuali) considerazioni della sorveglianza sanitaria;
  • di quanto sancito dalla normativa vigente;
  • delle linee guida e delle buone prassi di riferimento;
  • della conoscenza dell’effetto che gli agenti chimici possono avere sulla salute e sicurezza dei lavoratori;
  • della conoscenza della casistica inerente agli incidenti ed alle cause comuni di infortunio nelle attività connesse agli spazi confinati;
  • della conoscenza delle prassi operative e delle procedure applicabili.

 

Normativa vigente:

  • D.Lgs. 81/08 Titolo II art 66 e 121;
  • D.Lgs. 81/08 allegato IV punto 3;
  • DPR 177 del 14 settembre 2011.

 

A corredo di tale attività, Soluzioni offre:

  • formazione mirata alla conoscenza dei fattori di rischio;
  • addestramento all’uso di DPI, strumentazione, attrezzature di lavoro idonei alla prevenzione dei rischi specifici della attività svolta;
  • procedure operative ad hoc, snelle e facilmente applicabili;
  • formazione sulle procedure stesse (RSPP, ASPP, Dirigenti, Preposti, Lavoratori);
  • formazione sulla prevenzione del rischio (RSPP, ASPP, Dirigenti, Preposti, Lavoratori);
  • formazione per la redazione di procedure (RSPP, ASPP, Dirigenti, Preposti, Lavoratori);
  • audit di verifica della corretta applicazione delle procedure.