Formazione per addetti ai carrelli elevatori semoventi

Corso Carrelli elevatori semoventi con conducenti a bordo

 

Durata

12 ore

Descrizione

Conformemente all’art. 73 del D.Lgs. 81/08 ed all’Accordo Stato-Regioni del 22 febbraio 2012, gli operatori incaricati all’uso di carrelli elevatori (muletti) sono tenuti a frequentare un corso specifico, teorico e pratico, riguardante i rischi cui sono esposti con l’uso di tali attrezzature.

Ti sarà utile sapere che

  • l’Accordo Stato Regioni del 22 febbraio 2012, relativo alla formazione sull’utilizzo delle attrezzature di lavoro, ha dato tempo 24 mesi dall’entrata in vigore della norma (ovvero fino al 12/03/2015) per effettuare gli aggiornamenti per ottenere l’abilitazione all’utilizzo delle attrezzature ai sensi del nuovo Accordo.  Ciò significa che chi non ha effettuato l’aggiornamento entro quella data, deve effettuare il corso base di 12 ore. Soluzioni può assistervi nell’identificazione dei Vs bisogni formativi. Contattaci per verifica il tuo attestato di carrellista
  • i datori di lavoro che utilizzano le attrezzature di lavoro, devono essere formati come tutti i lavoratori. Infatti, sono esentati dalla frequenza dei corsi per Lavoratori, Preposti, Dirigenti, ma se utilizzano – ad esempio – il carrello elevatore, devono frequentare la relativa formazione. Clicca qui per chiedere un preventivo

Programma

Il programma del corso di formazione per Addetti ai carrelli elevatori rispetta quanto sancito dalle suddette leggi. Per visualizzare il programma clicca qui.

  1. Modulo giuridico-normativo (1 ora)
  • Presentazione del corso; cenni di normativa in generale in materia di salute e sicurezza sul lavoro: obblighi dei lavoratori e dei preposti; cenni di normativa in materia di carrelli elevatori; disposizioni di legge in materia di attrezzature di lavoro (titolo III del T.U.)
  1. Modulo tecnico (7 ore)

Parte A: carrelli e loro caratteristiche

  • Tipologie e caratteristiche dei vari tipi di carrelli elevatori: transpallet manuali, transpallet timonati, carrelli elevatori frontali, carrelli elevatori retrattili
  • Tecnologia dei carrelli semoventi: terminologia, caratteristiche generali e principali componenti
  • Meccanismi, loro caratteristiche, loro funzione e principi di funzionamento
  • Fonti di energia: batterie di accumulatori o motori endotermici
  • Componenti principali: forche e/o organi di presa (comprese attrezzature supplementari), montanti di sollevamento (simplex, duplex, triplex, ecc., ad alzata libera e non)
  • Posto di guida: descrizione del sedile, degli organi di comando (leve, pedali, piantone dello sterzo e volante, freno di stazionamento, interruttore generale a chiave, interruttore d’emergenza)
  • Dispositivi di segnalazione: clacson, segnalatore di retromarcia, segnalatori luminosi, ecc.
  • Dispositivi di controllo: strumenti e spie di funzionamento, carica della batteria, attivazione/disattivazione segnalazioni, velocità ridotta, sensore di posizione e sensore di quota nei retrattili, ecc.
  • Freni: freno di servizio e freno di stazionamento
  • Ruote e tipologie di gommatura: differenze e vari tipi di utilizzo, ruote sterzanti e motrici
  • Dispositivi di comando e sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione.

Parte B: nozioni di fisica applicata ai carrelli, principali rischi

  • Nozioni elementari di fisica: nozioni di base per la valutazione dei carichi movimentati, condizioni di equilibrio di un corpo
  • Stabilità: concetto del baricentro del carico e della leva di primo grado.
  • Linee di ribaltamento
  • Stabilità statica e dinamica e influenza dovuta alla mobilità del carrello e dell’ambiente di lavoro (forze centrifughe e forze di inerzia)
  • Le condizioni di equilibrio: fattori ed elementi che influenzano la stabilità.
  • Illustrazione e lettura delle targhette, tabelle o diagrammi di portata nominale ed effettiva.
  • Influenza delle condizioni di utilizzo sulle caratteristiche nominali di portata
  • Ausili alla conduzione: indicatori di carico e altri indicatori, ecc.
  • Principali rischi connessi all’impiego di carrelli semoventi: caduta del carico, urti delle persone con il carico o con elementi mobili del carrello, rischi legati all’ambiente (ostacoli, linee elettriche, ecc.), rischi legati all’uso delle diverse forme di energia (elettrica, idraulica, ecc.), rischio di rovesciamento e ribaltamento
  • Sistemi di protezione attiva e passiva
  • Altri rischi connessi all’impiego dei carrelli: rischio chimico per contatto con sostanze corrosive e irritanti, rischio connesso alla presenza di atmosfera esplosiva, rischio derivante dalla viabilità interna
  • Sistemi di ricarica batterie: raddrizzatori e sicurezze circa le modalità di utilizzo anche in relazione all’ambiente.

Parte C: controlli e manutenzioni

  • Controlli e manutenzioni: verifiche giornaliere e periodiche (stato generale e prova, montanti, attrezzature, posto di guida, freni, ruote, sterzo, batteria o motore, dispositivi di sicurezza)
  • Illustrazione dell’importanza di un corretto utilizzo dei manuali d’uso e manutenzione a corredo del carrello
  • Lettura e illustrazione di alcune parti di un manuale d’uso e manutenzione.

Parte D: modalità di utilizzo in sicurezza

  • Procedure di movimentazione
  • Segnaletica di sicurezza nei luoghi di lavoro
  • Procedura di sicurezza durante la movimentazione e lo stazionamento del mezzo
  • Viabilità: ostacoli, percorsi pedonali, incroci, strettoie, portoni, varchi, pendenze, ecc.
  • Lavori in condizioni particolari o all’esterno: su terreni scivolosi (divieto di utilizzo), su pendenze, con scarsa visibilità
  • Nozioni di guida e norme sulla circolazione
  • Movimentazione dei carichi e stoccaggio con carrelli frontali e transpallets elettrici
  • Nozioni sui possibili rischi per la salute e la sicurezza collegati alla guida e in particolare ai rischi riferibili all’ambiente di lavoro, al rapporto uomo/macchina ed allo stato di salute del guidatore
  • Nozioni sulle modalità tecniche, organizzative e comportamentali e di protezione personale idonee a prevenire i rischi

Parte E: test di verifica

  1. Modulo pratico (4 ore)

Parte A: componenti, dispositivi di sicurezza, manutenzioni e verifiche

  • Illustrazione dei vari componenti e delle sicurezze del carrello, seguendo le istruzioni di uso del carrello
  • Manutenzioni: verifiche giornaliere e periodiche di legge previste da quanto indicato nelle istruzioni di uso e manutenzione del carrello .

Parte B: guida del carrello su percorso di prova

  • Guida del carrello su un percorso di prova attrezzato per evidenziare le corrette manovre a vuoto e a carico (con particolare attenzione agli aspetti inerenti alla sicurezza):

– corretta posizione del carrello

– corretta presa in carico

– corretta posa

– trasporto in varie situazioni (in presenza di ostacoli fissi, in presenza di ostacoli mobili per esempio altri mezzi o persone a piedi, in prossimità di entrate/uscite porte o portoni, in prossimità di incroci e/o attraversamenti, in prossimità di punti con scarsa visibilità, ecc.)

– sosta del carrello

Parte C: verifica pratica